Accedi all'area personale

CleanAir@School

Novembre 6, 2023

Si tratta della prima campagna di monitoraggio del biossido di azoto effettuata da ARPA Sicilia nel periodo novembre-dicembre 2019 come parte del progetto CleanAir@School, che è un'iniziativa di Citizen Science e di educazione ambientale nelle scuole. Il progetto ha origine dall'Agenzia Europea per l'Ambiente (EEA) e coinvolge numerose agenzie ambientali europee attraverso l'EPA Network. In Italia, il coordinatore del progetto è l'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), che collabora con le agenzie del Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente (SNPA).

L'obiettivo principale del progetto è coinvolgere le scuole in diverse città europee nella sensibilizzazione riguardo a un problema ambientale di grande rilevanza per la salute pubblica, ovvero la qualità dell'aria. Questo coinvolge gli studenti nelle attività di monitoraggio. L'inquinamento atmosferico, il tema centrale del progetto, è una delle preoccupazioni principali dei cittadini europei e ha portato a una crescente diffidenza verso le istituzioni responsabili della tutela ambientale nel tempo. Tuttavia, coinvolgendo le nuove generazioni nelle attività di monitoraggio e sensibilizzazione, si cerca di mitigare questa diffidenza.

Il progetto si concentra sul monitoraggio del biossido di azoto (NO2), uno dei principali inquinanti presenti nelle aree urbane, principalmente causato dal traffico automobilistico. Le città, con la loro popolazione urbana, rappresentano il luogo in cui si manifestano sia le fonti che gli effetti dell'inquinamento atmosferico, e quindi sono ideali per coinvolgere attivamente gli studenti.

L'obiettivo è coinvolgere le istituzioni nazionali e regionali, le agenzie per la protezione dell'ambiente e le scuole in un'educazione diffusa sull'intero territorio nazionale per migliorare la comunicazione con i cittadini e aumentare la fiducia del pubblico nelle istituzioni. In questo contesto, le scuole svolgono un ruolo chiave nella formazione e nella sensibilizzazione dei giovani riguardo al legame tra ambiente e salute, incoraggiando comportamenti responsabili e trasformando gli studenti in "cittadini attivi".

Il progetto è allineato con gli sforzi nazionali per l'educazione allo sviluppo sostenibile e gli accordi tra il Ministero dell'Ambiente e il Ministero dell'Istruzione sull'educazione ambientale nelle scuole. La promozione di comportamenti responsabili basati sulla conoscenza e il rispetto dell'ambiente e lo sviluppo di competenze per la cittadinanza attiva e democratica orientate alla tutela dei beni comuni sono obiettivi formativi prioritari della Riforma della Scuola (Legge 107/2015).

Inoltre, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) collabora al progetto, e la dimensione europea conferisce un'ulteriore importanza strategica e scientifica all'iniziativa. La collaborazione con i referenti del progetto presso le sedi di ARPA Sicilia a Palermo, Catania, Messina e Siracusa è stata fondamentale per il successo del progetto, considerando l'ampia estensione del territorio siciliano. Questi referenti hanno gestito i contatti con le scuole locali, i docenti responsabili, condotto incontri con gli studenti e svolto le attività di monitoraggio e analisi di laboratorio.

 

 

Contenuti correlati

Italie Tunisie
Programma ENI di Cooperazione Transfrontaliera Italia Tunisia 2014-2020
Programma cofinanziato dall'Unione Europea
Seguici su
PARTNER DI PROGETTO
Media policy
Note legali
Privacy policy
Mappa del sito